In questa pagina troverete i materiali utili alla presenza di studenti stranieri nella scuola secondaria di secondo grado. Nello specifico troverete:

  • la normativa
  • emergenza educativa ucraina
  • interventi educativi e didattici: differenza tra studenti NAI (neo arrivati in Italia) e non; obiettivi e contenuti
  • come realizzare lezioni inclusive: alcuni esempi di lavori realizzati per favorire la comprensione del testo in classi con alunni stranieri. 
  • lezioni di grammatica
  • banche lessicali
  • repository per alunni stranieri
  • insegnare la propria disciplina in italiano L2
  • test di italiano L2
  • storia per stranieri
  • la facilitazione dei materiali
  • la progettazione dei percorsi d’insegnamento

NORMATIVA

EMERGENZA EDUCATIVA UCRAINA

Clicca sull’immagine per accedere ai materiali del Ministero dell’Istruzione sull’emergenza educativa Ucraina

INTERVENTI EDUCATIVI E DIDATTICI

Studenti NAI/altri studenti

La normativa distingue gli studenti NAI (neo arrivati in Italia) dagli altri. Per studenti NAI si intendono gli alunni stranieri inseriti per la prima volta nel nostro sistema scolastico nell’anno scolastico in corso e/o in quello precedente

Per gli studenti NAI i programmi possono essere personalizzati anche in misura significativa e funzionale all’acquisizione della lingua italiana fino ad un livello adatto allo studio.

Per gli studenti NON NAI gli obiettivi scolastici non possono prescindere dall’acquisizione degli obiettivi minimi propri di ogni disciplina.

Obiettivi e contenuti

Gli obiettivi e i contenuti vengono individuati in base al livello di conoscenza della Lingua italiana dimostrata dallo studente. Pertanto essi potranno essere:

  • Completamente differenziati (situazione di partenza distante dal resto della classe)
  • Ridotti: i contenuti della programmazione di classe vengono quantitativamente proposti  in forma ridotta e qualitativamente adattati alla competenza linguistica in modo da proporre un percorso realisticamente sostenibile.
  • Gli stessi programmati per la classe ma ogni docente, nell’ambito della propria disciplina, dovrà selezionare i contenuti individuando i nuclei tematici fondamentali per permettere il raggiungimento degli obiettivi minimi disciplinari indicati.

Scarica un modello di PDP

Modello-PDP-svantaggio-linguistico-culturale (formato docx)

LEZIONI INCLUSIVE

CLICCATE SUI TITOLI BLU PER ACCEDERE AI MATERIALI. Questi materiali seguono il principio di Adattamento operativo dei libri di testo, proposto da Carlo Scataglini.

LEZIONI DI GRAMMATICA

La grammatica valenziale

Indicazioni per la grammatica “valenziale”, modello linguistico della prof.ssa Daniela Notarbartolohttps://insegnaregrammatica.it/modelli-linguistici/ 

Approfondimenti su questo modello pag. 113 dal volume a cura di V. Garulli, L. Pasetti, M. Viale, Disturbi specifici dell’apprendimento e insegnamento linguistico, La didattica dell’italiano e delle lingue classiche nella scuola secondaria di secondo grado alla prova dell’inclusione, ed. Bononia University Press

L’INSEGNAMENTO DELLA PRODUZIONE SCRITTA

Potenziamento della produzione scritta

BANCHE LESSICALI:

Vocabolario illustrato– Tavole di nomenclatura interattive che offrono la possibilità di ascoltare la pronuncia delle parole (dal sito: languageguide)

Le parole che accolgono: elenco di parole con traduzione nelle diverse lingue (russo, arabo, cinese, albanese, rumeno)

REPOSITORY PER ALUNNI STRANIERI:

Imparare l’italiano in modo ludico e interattivo: http://avventurediprosit.it/
Materiali didattici del CPIA di Pordenone
Per principianti

Centro Studi Immigrazione – Verona

Centro Come – Milano

Altro

INSEGNARE LA PROPRIA DISCIPLINA IN ITALIANO L2

Insegnare in italiano L2 la propria disciplina: materiali progettati per i “laboratori per materia”. Attività realizzate all’Istituto Aldini Valeriani Sirani nell’ambito del Progetto SEIPIU’ 4° annualità – anno 2010-2011 “SECONDE GENERAZIONI: SECONDE A NESSUNO” PROMOSSO E FINANZIATO DALLA FONDAZIONE DEL MONTE DI BOLOGNA E RAVENNA, coofinanziato dal FEI, Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini dei Paesi terzi.

CHIMICA

La dispensa fornisce indicazioni operative per supportare gli insegnanti nella produzione di materiali “altamente comprensibili” e propone schede ed esercizi mirati per facilitare gli studenti nell’apprendimento e nella verifica dei concetti fondamentali di chimica (sostanze pure e miscugli, reazioni chimiche).

http://www.comune.bologna.it/media/files/chimica_seipiu_20111_1_1.pdf

DIRITTO

http://www.comune.bologna.it/media/files/diritto_seipiu_2011_1_1.pdf

GEOGRAFIA

http://www.comune.bologna.it/media/files/unitadidatticageografia_1_1.pdf

LETTERATURA

http://www.comune.bologna.it/media/files/unitadidatticaletteratura1_1_1.pdf

TEST ITALIANO L2

STORIA PER STRANIERI

Alcuni argomenti di storia facilitata per stranieri.

https://www.sostegno-superiori.it/storia-semplificata-per-stranieri/

LA FACILITAZIONE DEI MATERIALI

UNA PROPOSTA: ABBINAMENTO TESTO/SIMBOLO

La nostra proposta è quella di abbinare alla facilitazione dei materiali disciplinari (frasi semplici con soggetto sempre espresso e lessico di base della lingua italiana ma anche introduzione graduale del lessico specifico) la trascrizione su un programma che traduca le parole in simboli.

Nello specifico noi usiamo il programma Symwriter 2 dell’Auxilia. E’ un programma a pagamento anche se esiste una versione dimostrativa gratuita per 21 giorni.

ALTRE INDICAZIONI PER LA SEMPLIFICAZIONE

https://www.sostegno-superiori.it/la-semplificazione-dei-materiali/

LA PROGETTAZIONE DEI PERCORSI D’INSEGNAMENTO