sostegno-superiori/ Disabilità, disabilità intellettive, DSA, inclusione, italiano, Materiali, programmazione differenziata, schede didattiche, secondo biennio/ 0 comments

Proposte di attività inclusive per trattare la novella Federigo degli Alberighi nel Decameron di Boccaccio.

Ringraziamo la prof.ssa Micaela Taranto per la condivisione di questa proposta che parte dalla consapevolezza che includere non è integrare e l’inclusione si realizza grazie alla sinergia del lavoro del docente di sostegno e del docente curricolare.

Riflessione sul ruolo dei docenti di sostegno

Questa è la riflessione della docente:

Da sempre, nelle riunioni di dipartimento e anche nelle conversazioni informali coi colleghi di sostegno, mi sento ripetere lo stesso discorso: “I colleghi curricolari non ci provano neanche a INTEGRARE l’alunno con programmazione differenziata nella lezione”. Ebbene, questa aspettativa non corrisponde a un ideale di effettiva INCLUSIONE. Includere è ben più complesso che integrare. L’integrazione guarda al singolo, nel senso che prima interviene sul soggetto con disabilità e poi sul contesto. L’inclusione si pone l’obiettivo del superamento delle barriere alla partecipazione e all’apprendimento, guarda a tutti gli alunni (indistintamente/differentemente) e a tutte le loro potenzialità. Interviene prima sul contesto, poi sul soggetto (Laboratorio apprendimento, 2019).
Ianes in “Oltre le distanze” parla di docenti “esperti di inclusione”. I docenti di sostegno dovrebbero porsi in un’ottica propositiva, suggerendo al docente di materia i progetti inclusivi di lavoro in gruppo con la classe. Il confronto tra le due figure è fondamentale in un’ottica di co-teaching. E’ sempre possibile creare delle proposte didattiche accessibili a tutti gli alunni, ognuno col suo stile di apprendimento.

Una proposta inclusiva per trattare Boccaccio

Come realizzare lezioni inclusive COLLEGATE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLA CLASSE coinvolgendo anche i nostri alunni con percorso differenziato? Ecco una proposta per presentare la novella “Federigo degli Alberighi” di Boccaccio.

  1. far visionare alla classe il video sul sito di “Flipped prof” in cui viene trasposto sotto forma di fumetto la una novella di Boccaccio dal Decameron.
  2. stampare le immagini di ogni scena del video e chiedere all’alunno con programmazione differenziata di ricostruirne la sequenza. E’ possibile creare con lui un cartellone appeso in classe con le immagini stesse. Attaccando le immagini col patafix, l’alunno può staccarle e riattaccarle ogni volta che vuole ripetere la trama della storia.

 

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>